A Volte Lei sente la Noia?

Allora – Lei, a volte sente la noia?  In caso di no, non c’è bisogno di proseguire con la lettura. Perché un metodo di proteggersi dalla noia è quello di evitare letture inutile.

Lei continua a leggere? Bene. Allora dobbiamo prima trovare un accordo sulla questione:

Ciò che si intende non è la noia che sperimentiamo nella compagnia tediosa. Quella non è un argomento, perché può essere rapidamente eliminato: tornando a casa e non andandoci al prossimo invito – e liberandoci dall’ossessione di vendicarci dei noiosi ospiti con contro-eventi altrettanto noiosi.

Si intende la noia che entra in casa senza essere stato invitato. Coloro che sono assaliti di questa barba sono bruciati, disinteressati, poco entusiasti e incrollabili. Non hanno né il desiderio né la forza di entrare in contatto stimolante con altre persone. Ora dopo ora, giorno dopo giorno scorre sotto le loro mani e la domanda “Che senso ha?” minaccia sempre più forte la testa.

Alcuni scoppiano – in litigi, vanno in macchina in maniera aggressiva, fuggano in settarismo o bigotteria – o cercano l’oblio attraverso l’alcool o le droghe. Ma i tentativi di fuga falliscono tutti.

C. Northcote Parkinson (*1909 – 1993 – storico britannico) offre come spiegazione:  La colpa è dell’automazione e del crescente tempo libero, con il quale molte persone non sanno nulla da fare.

Ma questi risultati non sono pungenti. “Il nostro più grande nemico è la noia”, scriveva Voltaire (*1694 – 1778 – filosofo e scrittore francese) in un’epoca in cui non c’era né automazione né quello che oggi chiamiamo svago. E anche la diagnosi di Parkinson non aiuterà’ molto. Perché non vogliamo né invertire l’automazione né rinunciare al tempo libero per il quale si siamo messi da fare tanto.

Sì, dobbiamo sconfiggere la noia. Ci sono molti rimedi:

  • Non tutti i lavori sono piacevoli. Ma ogni lavoro necessario ha un significato, persegue un certo scopo. Dove questa è la base, c’è la possibilità di gioia. Eliminare difetti e lamentele è sensato, soddisfare i bisogni, creare ordine, evitare il pericolo, inserirsi in un lavoro ragionevole e giusto ha senso. Coloro che vogliono lavare la loro felicità dai loro scarsi successi saranno delusi. Ma chi sa godere delle sue attività quotidiane sarà riccamente ricompensato: non conosce né la frustrazione né la noia.
  • Il mondo ha bisogno di aiuto. Ovunque c’è sofferenza, turbamento silenzioso è ancora più diffuso che quello evidente. Solitudine, impotenza, screzio, disperazione, malattia, miseria….. Molto sollievo è possibile attraverso la vicinanza, l’ascolto, la comprensione, il conforto, la mediazione, l’azione e il sacrificio. Può essere difficile aiutare altre persone, ma sicuramente non è noioso.
  • Il mondo è pieno di problemi irrisolti: problemi sociali, politici, educativi, scientifici, economici….. Il mondo, ogni paese ha bisogno delle teste/cervelli e delle mani, e apprezza, anche se non con la felicità ed il ringraziamento, ma con il contatto, la visione, l’influenza e la piacevole consapevolezza di aver compiuto i doveri verso la società.
  • Il tempo libero può essere trascorso attivamente e passivamente.  Lei può eseguire lavori artigianali e artistici, lavorare in giardino, fare sport, escursioni, dedicare il suo tempo ad un hobby, perfezionare la sua formazione……. Fare crea la gioia della realizzazione e la felicità di aver raggiunto il punto della realizzazione. Lei gode le sue capacità e rafforza la sua autostima. La noia non ha prospettiva.
  • Tuttavia, lei può anche maltrattare la sua povera, unica testa con una lettura insulsa e goffa o un’immersione insensata nel suo smartphone. Lei può sedersi acriticamente davanti alla TV, arrendersi al potere scintillante per ore ed il giorno dopo non si saprà nemmeno cosa aveva visto

Il mondo è interessante. Le persone nella loro colorita’ sono interessanti, gli animali, i paesaggi, le piante, i contesti nella natura e nella storia. C’è molta bellezza. Non viviamo per sempre. Non abbiamo tempo illimitato. Come può una persona che ha occhi per vedere, orecchie per sentire, un cervello per pensare e mani per afferrare, annoiarsi su questo pianeta?

 

Annunci

Entra in un dialogo con me adesso! Il tuo pensiero conta!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...